Scriba Festival, ecco i 18 finalisti

 

C’è chi ha scritto una canzone sul degrado delle strade di Bologna e chi, invece, ha raccontato il suo viaggio inviando una mail da Las Vegas. Uno vorrebbe ‘sbattere’ una band famosa solo in Italia a suonare sul marciapiede di una capitale europea per vedere quanti spiccioli riesce a guadagnare (ovviamente a favor di telecamera), un altro ha raccontato la storia di una vecchietta che trasformava in ragù i terribili venditori porta a porta. Sono più di duecento gli elaborati arrivati a Scrivi a Scriba, l’iniziativa dedicata a scrittori esordienti promossa da Scriba, il primo festival dedicato alle scritture di mestiere che si terrà il 16, 17 e 18 novembre tra Bologna, San Lazzaro di Savena e Zola Predosa.

Solo diciotto di loro hanno superato la prima selezione e adesso dovranno aspettare le giornate del festival per sapere se sono riusciti o meno ad aggiudicarsi il primo posto nelle rispettive categorie (cinema, musica, ragazzi, teatro, televisione e viaggi): sul gradino più alto del podio saliranno un monologo per la sezione teatro, l’idea di un format per la televisione, una favola moderna per la categoria riservata al mondo dei ragazzi, il testo di una canzone per la categoria musica, un soggetto per un cortometraggio nella sezione cinema e il racconto di un viaggio per la sezione viaggi. Per i partecipanti era possibile inviare le proprie opere a più di una categoria ma con testi diversi e solo se inediti e mai pubblicati in precedenza.

Alla fine gli scritti arrivati sono più di duecento, da tutta Italia: da Lecce a Trento, passando per Catania, Como e ovviamente Bologna. Scriba è riuscito ad abbattere anche tutte le frontiere come testimonia il caso di un racconto di viaggio arrivato direttamente da Las Vegas negli Stati Uniti. Variegata anche l’età di chi ha composto e inviato gli scritti (da 22 a 75 anni), come la qualità dei testi. Solo diciotto di loro però (tre per ogni categoria) hanno guadagnato l’accesso alla fase finale.

Ecco l’elenco dei finalisti (in ordine alfabetico):

Cinema – Anna Bimbatti (Un amore), Giacomo Grassi (La strega e il folletto), Christian Marchi (Mammina).

Musica – Giuseppe Curcio (Uomo giraffa), Luca Sotgiu (Sono il delirio), Antonella Stanisci (La voce che gli dai).

Ragazzi – Luca Merendi Stanghellini Perilli (Storia da tre parole: rana, luce, cucchiaio), Matteo Modena (La dentiera), Vanessa Navicelli (L’infiltrata).

Teatro – Anna Bimbatti (Monologo di un assassino per bene), Luca Caciorgna (Sedici anni), Vasco Rialzo (A buon intenditor).

Televisione – Giuseppe Curcio (The Crowd), Luca Sotgiu (Punti di vista), Jacopo Orso Tosco (Gente da marciapiede);

Viaggio – Claudio Comandini (Strade di Fanar), Leda Ossimori (Il viaggio), Alberto Piancastelli (Punto celeste)

Durante le tre giornate del festival la giuria di qualità selezionerà i sei scritti vincitori che verranno letti e commentati in pubblico all’interno degli incontri previsti dal programma: venerdi 16 novembre alle 18 alla Libreria.coop Ambasciatori per la sezione Teatro, sabato 17 novembre alle 17 alla Libreria.coop Zanichelli per la sezione Musica e alle 19 per il Cinema, domenica 18 alle 10 alla Libreria.coop Ambasciatori per la categoria Ragazzi, alle 12 e alle 18 alla Libreria.coop Zanichelli rispettivamente per la sezione Televisione e Viaggio.

Gli autori, inoltre, avranno la possibilità di partecipare ad alcune lezioni magistrali organizzate da Bottega Finzioni, la scuola di narrazione fondata a Bologna da Carlo Lucarelli, Giampiero Rigosi, Michele Cogo e Beatrice Renzi.

Sale dunque l’attesa per Scriba che dal 16 al 18 novembre darà voce a tutte le professioni della scrittura, spesso ignorate da altre manifestazioni ed eventi culturali. Un festival innovativo, non incentrato sulla letteratura ma il primo in Italia ad occuparsi dei diversi mestieri dello scrivere. In un momento dove tutto diventa virtuale, anche le comunità di scrittori, Scriba vuole essere un punto di incontro, di condivisione e di riflessione, trasformando Bologna per tre giorni in un laboratorio di idee per una nuova riflessione dal vivo sul tema delle scritture di mestiere. Esperti e pubblico si confronteranno, all’interno dei luoghi del festival, non solo su come si scrive un romanzo, un’antologia per studenti, un blog, il testo di una canzone o di un film ma anche su come nascono alcuni strumenti che fanno parte della vita di tutti i giorni, come i foglietti illustrativi contenuti nelle scatole di medicinali.

Tra i protagonisti che animeranno il festival ci saranno autori televisivi, scrittori, giornalisti, blogger e critici. Tra questi: Carlo Lucarelli, Sergio Rizzo, Spiro Scimone, Ermanno Cavazzoni, Paolo Taggi, Martina Montague, Marcello Fois, Pietro Guerrera, Luca Bottura, Donata Feroldi, Alfredo Rapetti Mogol, Makkox, Sandrone Dazieri, Wu Ming 2, Vittorio Giardini e Simone Sbarbati.

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti e aperti al pubblico e saranno gestiti da aspiranti scrittori, gli allievi della Bottega Finzioni, che dialogheranno e si confronteranno con gli ospiti durante le tre giornate del festival. Inoltre Scriba sarà seguito in diretta, oltre che sul social network Twitter (attraverso l’hashtag #Scriba), anche sulle frequenze di RadioRai3. L’evento inaugurale di venerdì 16 novembre con gli scrittori Carlo Lucarelli, Marcello Fois, il direttore del festival Piero Di Domenico e Michele Cogo, verrà trasmesso all’interno del programma Fahrenheit.

Per conoscere il programma degli incontri e i luoghi del festival basta collegarsi al sito www.scribafestival.it

Scriba Festival è organizzato da Finzioni Associazione Culturale e da Bottega Finzioni con il contributo di IMA, Fondazione Unipolis e CoopAdriatica, in collaborazione con Librerie.coop, Mediateca di San Lazzaro di Savena e il Corso di Laurea Magistrale in Cinema, Televisione e Produzione multimediale dell’Università di Bologna. Partner dell’iniziativa è TheHookCom. Il festival ha il patrocinio di Comune di Bologna, Provincia di Bologna e Comune di San Lazzaro di Savena.

Scriba Festival. Il mestiere di scrivere, da un’idea di Manuela Draghetti, Michele Cogo e Piero Di Domenico. Direzione: Piero Di Domenico. Organizzazione: Valentina Masi. Gestione ospiti: Juri Guidi. Comunicazione: The Hook Com. Identity e grafica: Matteo Maccentelli e Daniela Cotti.

Comitato scientifico: Carlo Lucarelli, Ermanno Cavazzoni, Marcello Fois, Giampiero Rigosi e Michele Cogo.
CS. Stefania Spallanzani

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...