Scriba Festival, ecco i 18 finalisti

 

C’è chi ha scritto una canzone sul degrado delle strade di Bologna e chi, invece, ha raccontato il suo viaggio inviando una mail da Las Vegas. Uno vorrebbe ‘sbattere’ una band famosa solo in Italia a suonare sul marciapiede di una capitale europea per vedere quanti spiccioli riesce a guadagnare (ovviamente a favor di telecamera), un altro ha raccontato la storia di una vecchietta che trasformava in ragù i terribili venditori porta a porta. Sono più di duecento gli elaborati arrivati a Scrivi a Scriba, l’iniziativa dedicata a scrittori esordienti promossa da Scriba, il primo festival dedicato alle scritture di mestiere che si terrà il 16, 17 e 18 novembre tra Bologna, San Lazzaro di Savena e Zola Predosa. Continua a leggere

Scriba Festival a Bologna

(Scarica il Pdf: ScribaFestival_programma ed il file .doc del regolamento: ScribaFestival_regolamento)

Dalla sceneggiatura di un film o di una fiction tv, ai testi di una canzone o di uno spettacolo teatrale, passando per i bugiardini dei medicinali e le metafore di un discorso politico. Sarà dedicata alle scritture di mestiere la prima edizione di Scriba Festival, la kermesse organizzata dal gruppo di Finzioni (Associazione culturale e Bottega di narrazione) di cui fanno parte tra gli altri Carlo Lucarelli, Giampiero Rigosi e Michele Cogo, in collaborazione con l’agenzia TheHookCom, che si svolgerà tra Bologna, San Lazzaro di Savena e Zola Predosa nelle giornate del 16, 17 e 18 novembre 2012.

Continua a leggere

Tagliamo la Politica

Intervista di Paolo Barilla, vicepresidente del noto marchio produttore di pasta, ha rilasciato un’intervista a “Pagina12” e spiega che la zavorra che frena l’Italia è la politica.

“Il nostro paese è mantenuto bloccato, ed è questo il vero problema”. Paolo Barilla parla senza freni dei mali dello Stivale nell’intervista rilasciata alla testata argentina Pagina 12. A tenere a freno l’Italia, secondo gli analisti, sarebbero le elevate spese dei “Signori della Politica” tra autisti, guardie del corpo, auto blu, segretari, indennità e stipendi da lusso, insieme alla burocrazia e alla bassa produttività delle imprese. Continua a leggere

Lex Titia in salsa veneta (ovvero, come togliere potere decisionale al territorio sul Parco del Delta del Po)

La perimetrazione completa del parco aggiornata al 19 ottobre 2010

Intervista al consigliere Angelo Motta che lancia l’allarme sul disegno di legge della Regione Veneto che toglierebbe poteri decisionali al territorio, inserendo solo figure nominate dalla giunta regionale e dal presidente.

“Paroni a casa nostra!” è sempre stato il motto legista, ovvero lasciare al territorio di decidere del futuro, eppure, il nuovo disegno di legge sui parchi sembra togliere questa possibilità.

Sulla questione il consigliere del Parco Regionale Veneto del Delta del Po, Angelo Motta, delegato dalla presidente della Provincia Tiziana Virgili, ha presentato un ordine del giorno (firmato anche dall’altro consigliere del parco e assessore provinciale Marinella Mantovani) da discutere nel prossimo consiglio del parco, perché si dia mandato ai consiglieri regionali di creare un emendamento comune contro la normativa voluta dalla giunta Zaia.  Continua a leggere

Silvio Berlusconi si ricandida per il 2013

Alfano conferma la volontà dell’ex premier di tornare a candidarsi per il Pdl

“L’inferno è ripetizione”. Lo diceva Stephen King nel suo libro “La tempesta del secolo”. Una ripetizione di eventi che portano al delirio o all’esasperazione. Un evento che continua a ripetersi senza mai mutare, come una goccia d’acqua che cade sulla roccia scavandola e sono certo che molti italiani, in cuor loro, avevano quel piccolo presentimento. Tipo quello che si prova quando si cammina nel deserto mentre si guarda in alto, notando uno stormo di ridenti avvoltoi volare in circolo sul proprio capo. Continua a leggere

L’Italia vende alla Siria tecnologie avanzate per organizzare la repressione

(fonte: www.publico.es  www.italiadallestero.info & http://wikileaks.org)

Il titolo è quello della testata spagnola Pùblico e l’articolo di Daniel Del Pino. Un articolo denuncia pesante viste le continue condanne al regime di Bashar al Assad. Già dall’inizio del 2011 l’Unione Europea ha inflitto mensilmente delle sanzioni a Damasco e nella dichiarazione del 25 giugno, il capo diplomazia europea Catherine Ashton – scrive Del Pino – ha descritto due normative dell’embargo che potrebbero colpire Intracom e Selex. La UE ha proibito l’esportazione di “materiali e attrezzature che possano essere utilizzati per la repressione interna”, aggiungendo restrizioni su “beni e tecnologie”. Continua a leggere

Enel primo “produttore” di Co2 in Italia (e il quarto in Europa)

Greenpeace ha reso noto i dati pubblicati dal Carbon Market Data, l’istituto che raccoglie dati sulle emissioni di anidride carbonica in Europa da parte dei grandi impianti industriali.
I numeri parlano chiaro e sembrano dare ragione all’associazione ambientalista: 78milioni di tonnellate di CO2 emesse solo nel 2011 e questo rende il colosso energetico il primo emettitore assoluto in Italia ed il quarto in Europa. Continua a leggere